Sicurezza

RIDURRE IL RISCHIO

Hydroservice, ponendosi al fianco dei propri clienti, è in grado di fornire un supporto completo nello sviluppo di sistemi di comando e controllo oleodinamici che permettono di soddisfare i requisiti essenziali per la salute e la sicurezza (RESS) della Direttiva Macchine 2006/42/CE.

La Direttiva prescrive che i circuiti di comando con funzioni di sicurezza siano progettati e costruiti in modo da evitare l'insorgere di situazioni pericolose ed in particolare in modo tale che un'avaria nell'hardware, nel software del sistema di comando o nell’impianto oleodinamico stesso non crei situazioni pericolose per l’operatore.

La norma armonizzata di riferimento per la progettazione dei circuiti di comando e controllo (SRP/CS) che permettono la mitigazione dei rischi per l’operatore è la UNI EN ISO 13849-1:2016.  La norma specifica i requisiti di sicurezza e le linee guida sui principi di progettazione e integrazione di parti dei sistemi di comando legate alla sicurezza, inclusa la progettazione del software.

In questo contesto Hydroservice, avvalendosi delle proprie competenze tecniche in ambito oleodinamico, in ambito meccatronico e utilizzando il software certificato SISTEMA, è in grado di proporre soluzioni mirate al miglioramento della sicurezza degli impianti andando a selezionare l'architettura e i componenti più idonei a realizzare la funzione di sicurezza.

Hydroservice è quindi in grado di affiancare i propri clienti nella fase iniziale di ingegneria durante l’analisi delle norme di prodotto di tipo C e la stesura dell’analisi dei rischi per il calcolo dei Performance Level richiesti.
Noti i livelli di sicurezza richiesti, la progettazione dell’impianto viene successivamente eseguita selezionando i componenti certificati che, opportunamente coordinati, sono in grado di soddisfare tutti i parametri tecnici definiti dalla norma EN 13849-1 per il raggiungimento di un determinato performance level.

I parametri

In dettaglio valutiamo per ogni circuito di sicurezza:

  • CCF (Common Cause Failure)
    Questo parametro definisce la robustezza del circuito a fronte di una causa comune di guasto del sistema. Il calcolo della frequenza dei guasti comuni è eseguito considerando la tecnologia impiegata, l’architettura scelta (categoria), il tipo di applicazione e l’ambiente in cui opera la macchina
  • MTTFd (Mean Time to Failure Dangerous)
    Questo parametro indica la vita media di un componente prima che avvenga un guasto pericoloso. Da questo parametro è possibile calcolare il tasso di guasto pericoloso (ld)
  • B10d
    Questo valore rappresenta il numero di cicli medi che può eseguire un componente prima di subire un guasto pericoloso. Per calcolare correttamente questo parametro è necessario definire il ciclogramma della macchina per definire il numero di operazioni che deve eseguire il componente stesso, le ore di funzionamento e la frequenza di utilizzo
  • DC (diagnostic coverage)
    Questo parametro definire la copertura diagnostica che il sistema di controllo è in grado di eseguire sui componenti che eseguono la funzione di sicurezza.

Al termine della progettazione, Hydroservice rilascia il report di calcolo del performance level [PL] raggiunto che dovrà essere integrato dal cliente nel fascicolo tecnico della propria macchina per documentare il soddisfacimento dei requisiti essenziale di sicurezza definiti all’interno della Direttiva Macchine.

Serve un aiuto veloce?

Il nostro personale tecnico qualificato è al Vostro servizio per aiutarvi ad individuare la soluzione più idonea alle Vostre esigenze 

Hydroservice si distingue sul mercato per il personale tecnico altamente specializzato e costantemente aggiornato, sia nella fase della progettazione-consulenza, che in quella produttiva.

raccontaci il tuo progetto